Talento Italiano 2006!!

testo di Alfredo Salaccione, foto di Olivier Barreau

 

In occasione della selezione italiana per il "Nuovo Talento 2006", ho deciso di lavorare questo pino mugo. L'albero da tre anni in vaso, si presentava con quattro rami primari lunghi, ma ramificazione secondaria corta.

 

Amo particolarmente i pini e per questo motivo ho deciso che questa pianta sarebbe venuta con me ad Alberobello, sede scelta per il congresso UBI 2006.
Il lavoro inizia come al solito con la preparazione del materiale.
Cerco sempre di affrontare questa fase con molta calma per entrare in sintonia con l'albero, e per evitare problemi successivi. Inoltre in queste fasi la tensione scema e riesco così a concentrarmi e vedere meglio il futuro bonsai.

Anche i jin, che si trovano in zone poco accessibili, vengono scolpiti.

Durante una dimostrazione accenno soltanto l'idea sul legno morto in quanto preferisco lavorare sui dettagli del secco con calma. Tutto il lavoro sul legno è stato eseguito a strappo, utilizando sgorbie e scalpelli.

La flambatura dissimula la freschezza dell'intervento.
Inizio la filatura: il primo ramo non dovrà essere spostato molto, non è quindi necessario troppo filo.
Questo mi consentirà di ottenere un lavoro pulito e di risparmiare tempo.
Il ramo posteriore viene spostato nella posizione voluta con l'ausilio di un tirante.
Visto il periodo, ho preferito non eseguire pieghe troppo drastiche. Ma ho cercato nei limiti di assecondare curve e movimenti preesistenti.

La filatura prosegue: il filo collocato sul ramo principale servirà da ancoraggio per i tiranti che mi consentiranno la torsione e quindi il compattamento della chioma.

Nella foto sotto si può notare lo spostamento della massa vegetativa, grazie alla piega appena eseguita.

Il cambio di inclinazione mette in evidenza l'idea, facendo risaltare il piede ed il movimento del mugo.

Un ramo inutile al disegno viene eliminato.

Si noti il dettaglio della prima piega eseguita sul ramo principale.

L'eliminazione dell'eccesso evidenzia ciò che resta. L'albero inizia a venire, l'immagine mentale si concretizza!!!
Il lavoro giunge al termine, ma anche il tempo a mia disposizione. Comincia la rifinitura che mi ha portato a vincere, con giudizio unanime della giuria, il Talento Italiano 2006. Rappresenterò così l'Italia al congresso Europeo 2007 in Belgio.

^ torna su